Choose Language

Spinaci

Gli spinaci sono ricchi di ferro, è vero. Tuttavia solo se conditi con il limone potrai davvero contare su un effetto braccio-di-ferro! Perchè?
Il motivo è nell’acido ascorbico contenuto negli agrumi che permette all’organismo umano di assimilare e fissare il ferro nel corpo.
Imbattibili tra i prodotti dell’orto per varietà di nutrienti, gli spinaci sono un buon serbatoio anche di altri sali minerali e di vitamine purché consumati rigorosamente crudi.
Esistono spinaci e spinaci: foglie più grandi e larghe per le varietà “gigante d’inverno” e “virofly” o più piccole per il tipo “merlo nero”.
Può suonare un po’ didascalico, ma è importante fare attenzione quando lavi gli spinaci: rimuovere la terra anche negli angoli nascosti può chiedere qualche secondo di attenzione in più ma è bene ricordare che lasciarli in ammollo non è indicato se si vogliono conservare i nutrienti.
Per lo stesso motivo è una buona idea consumarli crudi in insalata. Se cotti, prova a prepararli al vapore, così da conservarne sapore e nutrienti.

Note alimentari

Nell’immaginario collettivo, gli spinaci sono indissolubilmente legati alla figura di Braccio di Ferro: In realtà, per quanto riguarda il “mito del ferro” negli spinaci, pare che anche Braccio di Ferro sia stato tratto in inganno da un errore precedente alla sua creazione, relativo a un refuso sull’etichetta di una confezione di spinaci, che indicava una quantità di ferro dieci volte superiore al dato reale. Ciò non toglie che gli spinaci facciano bene, contengano anche vitamine oltre a sali minerali come magnesio, potassio, fosforo, rame e calcio, e in cucina siano estremamente versatili. Tante vitamine, tanti minerali, tanta clorofi lla, che garantiscono proprietà antiossidanti, depurative e lassative. Ma anche una controindicazione, l’acido ossalico, che rende buona parte di questi componenti, soprattutto il ferro e il calcio, poco assimilabili dall’organismo, e che è sconsigliato a chi soffre di calcoli renali, o a chi deve assimilare molto calcio, ad esempio perché affetto da osteoporosi o reduce da una frattura. L’azione antiossidante, utile per la salute generale dell’organismo e per prevenire malattie cardiovascolari, è garantita da vitamine B e C (gli spinaci contengono acido folico in buone quantità), da carotenoidi, clorofilla e luteina. La luteina in particolare è utile alla vista. La cellulosa può aiutare come lassativo; in generale gli spinaci hanno un leggero effetto lassativo e depurativo. Tra le particolarità, anche un lieve effetto lenitivo che può renderli utili in impacco, in caso di leggere scottature.