Choose Language

I cinque colori del benessere

Tutti sanno che mangiare frutta e verdura fa bene, ma non tutti sanno perché.
Studi recenti hanno dimostrato che le loro proprietà salutistiche sono dovute non solo al contenuto di acqua, zuccheri, vitamine e minerali, reperibili anche in altri alimenti, ma anche alla fibra e ad alcuni speciali composti, i phytochemicals (composti organici di origine vegetale).
Queste sostanze presenti nelle piante catturano l’energia del sole, responsabile della vita nel mondo vegetale, dando a frutta e ortaggi i loro colori così vivaci e invitanti. I phytochemicals sono fondamentali per la salute, perché svolgono un’azione protettiva su diversi sistemi e apparati del nostro organismo.

La salute moltiplicata per 5

Per dare al nostro organismo la giusta quantità di fibra e phytochemicals è consigliato consumare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. Con questa abitudine e uno stile di vita attivo si riesce a mantenere un benessere globale, riducendo tra l’altro di un terzo il rischio di tumori. Una porzione corrisponde a un frutto medio o una spremuta, un contorno di verdure cotte o crude oppure un’insalata.
Mangiare frutta e verdura è importante in ogni fase della vita, ed è bene iniziare fin da piccoli. Per questo i bambini vanno incoraggiati nella scelta autonoma di un frutto, perché così hanno la possibilità di sviluppare la fantasia, sperimentando un universo gustoso e variopinto, e acquisiscono corrette abitudini alimentari.

Cosa c’è oggi nel piatto?

Ciascun frutto e ortaggio ha una sua composizione caratteristica. Perciò soltanto mangiandone differenti tipi si riesce a fornire al nostro organismo un insieme di sostanze in grado di soddisfare tutte le sue necessità. A questo scopo ogni giorno si raccomanda di consumare 5 prodotti ortofrutticoli di colore diverso:rossogiallo/arancio, verdeblu/violabianco.

La composizione del benessere

La frutta e gli ortaggi hanno un ridotto contenuto calorico e forniscono al nostro organismo acqua, zuccheri, vitamine, minerali, fibra alimentare e phytochemicals.

Sorella acqua

L’acqua è un nutriente essenziale non solo perché costituisce il 60% del nostro corpo, ma anche perché è il mezzo con cui avvengono tutti i processi che permettono alle cellule di conservarsi e riprodursi. È l’acqua che mantiene stabile la temperatura corporea e la concentrazione ottimale degli elementi presenti nelle nostre cellule, e che trasporta i nutrienti ed espelle i prodotti di scarto dall’organismo. Per questo ogni giorno bisognerebbe berne almeno un litro, oltre a quella contenuta negli alimenti, soprattutto frutta e ortaggi.

Tante piccole vitamine

Le vitamine sono molecole piccole e complesse che svolgono molteplici ruoli nel metabolismo. Infatti ci aiutano ad utilizzare l’energia fornita dai carboidrati, dai grassi e dalle proteine, sono importanti per la vista e per la formazione del tessuto osseo e di nuove cellule, e molte di esse hanno un notevole potere antiossidante poiché rallentano l’invecchiamento.

I minerali nei vegetali

Anche i minerali assolvono più compiti: costituiscono infatti la struttura delle cellule regolandone le funzioni e sono basilari nel metabolismo in quanto sono parte degli enzimi, cioè le molecole che hanno il compito di attivarlo.

La fibra, che stoffa!

La fibra, di cui gli alimenti vegetali sono la fonte principale, oltre a regolarizzare la funzione intestinale procura un senso di sazietà limitando il consumo di cibo. Inoltre, poiché non viene digerita, transita nel tubo intestinale favorendo l’eliminazione di sostanze nocive e contribuendo ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e il rischio di ipertensione.

I biochimici della natura

I phytochemicals, presenti solo nella frutta e nella verdura, sono i responsabili dei colori così vari e invitanti. Tra questi si annoverano le clorofille, i carotenoidi, le antocianine e i polifenoli, che proteggono il nostro organismo riducendo il rischio di molte patologie come quelle cardiovascolari, il diabete, l’ipercolesterolemia e i tumori.

Sodio e potassio

La frutta e gli ortaggi contengono poco sodio e molto potassio e sono quindi particolarmente indicati per chi soffre di ipertensione e di patologie cardiovascolari. Inoltre, grazie al loro scarso apporto di grassi, sono preziosi anche per chi vuole tenere sotto controllo il colesterolo.